Tittadeco

TITTADECO..... Crochet, knit, amigurumi, riciclo creativo,...

Scuola di Decoupage













MATERIALI:
- COLLA
- FORBICI
- PENNELLI
- CARTA
- VERNICI DI  RIFINITURA
- SUPPORTI






COLLA:

Esistono in commercio vari tipi di colle:
- COLLA PER TOVAGLIOLINI
- COLLA PER DECOUPAGE SU STOFFA
- COLLA SPRAY

La colla più usata è quella vinilica diluita in maniera diversa in base all'uso:
1:3    per carte leggere o tovaglioli
1:1    per carte normali
Le dosi variano a secondo del tipo di carta e di supporto.


Per poter incollare bene i ritagli, va usata una colla non troppo liquida affinché si possa stendere anche sopra le figure creando un velo protettivo e isolante che, asciugandosi, diventa trasparente. Questo serve a proteggere la carta dalla vernice protettiva finale.


FORBICI:
- forbici a lama lunga (per dividere in strisce i fogli di carta)
- forbici da ricamo
- cutter o taglierini (per tagliare le parti interne alle figure, là dove non si riesce con le forbici)
Il ritaglio è un'operazione molto importante per il risultato finale quindi va eseguito con precisione.
Le figure possono essere tagliate lungo i bordi eliminando qualsiasi pezzetto di fondo.
Oppure si può lasciare uno spessore costante attorno alle figure.
Le forbici e la carta vanno mosse sincronicamente per evitare tagli netti e sprecisi.




PENNELLI:
Il pennello usato per incollare deve avere le setole morbide per non rovinare il ritaglio di carta quando ci si passa sopra. Perfetti sono quelli di martora (abbastanza costosi) altrimenti si possono utilizzare i pennelli sintetici, morbidi e resistenti. I più adatti sono quelli a punta piatta o a lingua di gatto.
Pulizia dei pennelli: quando si usa la colla o le vernici all'acqua basta pulirli con acqua e sapone, se si utilizzano vernici sintetiche vanno puliti con il solvente o acqua ragia e poi insaponati, se si usa la gomma lacca vanno puliti con alcol a 94 gradi e poi insaponati.




CARTA:
- Carte da decoupage
- Tovagliolini
- Carte speciali (carte di riso, carte riciclate, carte lavorate "a
   mano")          
- Carte da regalo
- Riviste e giornali
- Fumetti
- Spartiti misicali
- Fotocopie a colori e in b/n
- Cartoline e fotografie
- Francobolli, etichette, foglie essiccate, etc


le CARTE OPACHE o POROSE (come certe carte da regalo), quelle ruvide, le carte da giornale e le carte riciclate richiedono una colla molto liquida che possa essere assorbita dalla carta. Bisogna, però, non passarne troppa sopra il ritaglio, una volta posizionato, per evitare di perdere parte del colore.


le CARTE PATINATE o LUCIDE sono generalmente protette da un velo più o meno sottile che crea un effetto brillante e quasi impermeabilizzante.Occorre, quindi, mettere i ritagli di questo tipo di carta per qualche secondo in acqua, per perdere la patina che renderebbe difficile l'incollaggio.Dopo, vanno tamponati tra 2 fogli di carta assorbente, per assorbire l'eccesso d'acqua ed evitare la formazione di bolle d'aria.


le CARTE SPECIALI (carte lavorate "a mano", carte riciclate, carte di riso), grazie alla loro struttura, permettono di creare un decoupage particolare.Si usano strappando piccoli pezzetti da posizionare sull'oggetto come una sorta di collage, utilizzando una colla molto liquida.




RIFINITURA
La rifinitura è la fase più importante di un lavoro decorato a decoupage e ne determina il risultato.
Nell'ottocento, per ottenere il tipico effetto laccato, venivano applicate fino a 100 mani di vernice finale trasparente. Ora, con i nuovi prodotti in commercio è tutto  più semplice.
- Vernice trasparente (lucida o opaca) all'acqua - E' una vernice a base di acqua: non ha cattivo odore, non ingiallisce e asciuga in breve tempo. E' in commercio nella versione opaca e lucida, anche se quest'ultima è comunque meno brillante della vernice supergel lucida. Per coprire bene i ritagli servono almeno 3 mani di vernice (occorre attendere 6 ore tra una mano e l'altra).
- Vernice trasparente spray - E' molto comodo e veloce e si spruzza a una distanza di circa 20-30 cm, e la mano va mossa continuamente per evitare sgocciolature. Si adattano soprattutto al decoupage su vetro e su ceramica. Asciuga molto in fretta (circa 15 min) ma occorre attendere 2 ore tra una mano e l'altra (servono 2 o 3 mani). Non ingialliscono il manufatto.
- Gomma lacca - E' una vernice naturale: si tratta infatti di scaglie di resina sciolte in alcol a 94 gradi. E' adatta soprattutto a oggetti di legno o cera grazie al suo effetto finale anticante che rende le immagini più o meno ingiallite. Servono almeno 2 o 3 mani per coprire bene le immagini e bisogna attendere 6 ore circa da una mano all'altra.
- Flatting lucido per barche - E' la classica vernice protettiva per legno. Dona un eccellente lucentezza. E' piuttosto liquida e di colore giallognolo. Per coprire bene le immagini occorrono diverse mani e bisogna attendere circa 24 ore tra una mano e l'altra.
- Vernice supergel lucida e satinata - E' una vernice sintetica (cioè a base di solventi). Brillante e lucente, ne basta una sola mano per ottenere un effetto molto coprente. L'unico inconveniente è che con il tempo tende a ingiallire un po'.


Gli oggetti trattati con vernici di rifinitura come il flatting e le vernici all'acqua diventano impermeabili e possono essere lavati in acqua tiepida e sapone. E' sconsigliato l'uso di polveri abrasive e di acqua bollente pertanto è meglio evitare di metterli in lavastoviglie.



SUPPORTI
- Il legno e terracotta - Come tutte le superfici porose, assorbono bene la colla e i ritagli aderiscono perfettamente. La colla deve essere più liquida  (1 cucchiaio di colla ogni 3 di acqua).


- Porcellana, ceramica smaltata, latta, metallo e vetro - Come per tutte le superfici lisce, il decoupage richiede qualche attenzione in più. La colla deve essere preparata in una soluzione più densa (1 cucchiaio di colla ogni 1/2 di acqua ) ed i ritagli vanno ammorbiditi in acqua (per pochi istanti) e poi asciugati su un foglio di panno-carta.


- Il cartone - E' un ottimo materiale da utilizzare come supporto (specialmente se grezzo) perché accoglie la colla molto bene ed è adatta per essere dipinta con colori acrilici e a olio.


- La plastica - E' un ottimo supporto per un decoupage moderno e creativo. Ne esistono in commercio diversi tipi ma è preferibile lavorare su quella leggermente satinata poiché trattiene meglio la colla. Per la plastica lucida è meglio utilizzare prodotti spray.


- Il tessuto teso - Si possono incollare i ritagli su tessuti tesi (generalmente gli oggetti più usati sono i paralumi).
I più adatti sono quelli di cotone liscio o di cotone leggermente cerato. Prima di stendere la colla occorre fare attenzione che l'oggetto non sia impolverato.


- Il polistirolo - Gli oggetti di polistirolo si trovano in commercio in diverse forme, alcune di queste (sfere, cornici e scatole) sono molto adatte per il decoupage.
I ritagli si possono applicare direttamente sul polistirolo oppure sopra la superficie trattata con il gesso acrilico.
- La cera - E' il materiale più difficile su cui realizzare il decoupage, ma è anche uno dei più originali.
L'applicazione dei ritagli di carta richiede una certa pazienza ed esperienza e occorre fare delle prove di composizione. Per una buona riuscita del lavoro la carta non deve essere troppo patinata o rigida; i risultati migliori si ottengono con la carta sottile dei tovaglioli.








Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Posts RSSComments RSSBack to top
© 2011 Tittadeco ∙ Designed by BlogThietKe | Distributed by Rocking Templates
Released under Creative Commons 3.0 CC BY-NC 3.0